E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Braccialetti Vivi Appassionatamente

    Braccialetti Vivi Appassionatamente
    Prezzo: 5,00 €

    Una coppia di braccialetti per sostenere l'educazione nel mondo e per ricordaci di vivere......

    approfondisci
  • T-Shirt Vivi Appassionatamente Uomo

    T-Shirt Vivi Appassionatamente Uomo
    Prezzo: 20,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo a tutti! Acquistando la maglietta della fondazione Paoletti non solo......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Quadrato Motor Training per il miglioramento cognitivo e il...

News

Bookmark and Share
Quadrato Motor Training per il miglioramento cognitivo e il benessere. Fondazione Paoletti al Global Experts Meeting on Psychiatry and Mental Health
Quadrato Motor Training per il miglioramento cognitivo e il benessere. Fondazione Paoletti al Global Experts Meeting on Psychiatry and Mental Health

di CIRO SCATEGNI

Innovazioni scientifiche, tendenze, sfide pratiche per il benessere dell’uomo moderno si sono incrociate al Global Experts Meeting on Psychiatry and Mental Health, tenutosi il 23 e 24 luglio 2018 a Roma. L’evento divulgativo, promosso da Pulsus, ha ospitato i contributi multidisciplinari di studiosi nei campi della ricerca neuroscientifica e della psicologia, di psichiatri e di professionisti nell’ambito del benessere mentale provenienti da tutto il mondo.

Fondazione Patrizio Paoletti ha partecipato con gli interventi di Tal Dotan Ben-Soussan e Fabio Marson, rispettivamente direttore e studente dell’Istituto di Ricerca di Neuroscienze, Educazione e Didattica, e della ricercatrice del Dip. di Biologia e Biotecnologie “C. Darwin” della Sapienza Università di Roma, Sabrina Venditti. I ricercatori hanno presentato gli studi sul Quadrato Motor Training, i cui risultati hanno dimostrato che la costante pratica di questa tecnica senso-motoria può migliorare le funzioni cognitive e il benessere.

Immersi in una crescita tecnologica esponenziale, chiamati a confrontarci con alti ritmi di vita e con rapidi cambiamenti sociali, culturali ed economici, tutti abbiamo la necessità di trovare nuovi strumenti che ci aiutino a gestire lo stress. La ricerca scientifica ci viene incontro. Molti studi hanno dimostrato che tenere costantemente allenato il nostro cervello, ad esempio con la pratica della meditazione o di tecniche di mindfulness, ne migliora la neuroplasticità, la funzionalità e la connettività neuronale, con indiscussi benefici sulla nostra salute.

Pochi studi però, hanno analizzato in profondità gli effetti positivi di tecniche senso-motorie che, come il Quadrato Motor Training, coinvolgono contemporaneamente la mente e il corpo. In oltre 17 anni di attività, Fondazione Paoletti ha collaborato con numerose Università in tutto il mondo per indagare, sotto diversi aspetti, i benefici che la pratica di questa tecnica ideata da Patrizio Paoletti può generare.

I tre ricercatori intervenuti al Global Experts Meeting on Psychiatry and Mental Health hanno portato i risultati di questi studi. Hanno approfondito in particolare gli effetti sulla cognizione spaziale, sulla consapevolezza di sé, sull’auto-efficacia, sulla creatività e sulla gestione delle emozioni (Dotan Ben-Soussan), gli effetti biomolecolari sulle neurotrofine e le relative implicazioni sul benessere (Venditti) e gli effetti specifici sul cervello dei movimenti diagonali (Marson).

Il successo degli interventi sottolinea quanto sia attuale l’interesse ad approfondire, con un approccio multidisciplinare, le implicazioni che la pratica di specifiche tecniche senso-motorie può avere sullo sviluppo del cervello, sull’apprendimento e sulla salute dell’uomo.