E-learning

Il sapere è al tempo stesso l'esigenza e lo strumento essenziale dello sviluppo
La piattaforma e-learning di Fondazione Patrizio Paoletti è stata concepita e realizzata per sostenere e implementare i percorsi di lifelong learning che l'ente progetta e sviluppa in Italia e all'estero. Sulla piattaforma sono presenti contenuti ed esercizi fruibili in quattro differenti lingue per far fronte ad un utenza diversificata e diffusa, ad oggi, su quattro continenti. La piattaforma contiene un sapere pedagogico derivato dalle attività di ricerca (neuroscientifica, educativa, didattica e compilativa) che la fondazione promuove e persegue, i corsi sono seguiti da docenti e tutor specializzati. Sulla piattaforma si possono consultare materiali e testi specifici di Pedagogia per il Terzo Millennio, sistema pedagogico che opera per il miglioramento e lo sviluppo del potenziale di relazione tra gli individui.

Cerca per argomento

Store

  • Tazza Tea Bag

    Tazza Tea Bag
    Prezzo: 10,00 €

    Vivi Appassionatamente, dillo da tutti! E se è vero che il buongiorno si vede dal mattino......

    approfondisci
  • Tazze: "La scienza è..." (PRODOTTO ESAURITO)

    Tazze: "La scienza è..." (PRODOTTO ESAURITO)
    Prezzo: 5,00 €

    PRODOTTO MOMENTANEAMENTE ESAURITO Tazza da collezione 21Minuti - I saperi dell'eccellenza A......

    approfondisci

Fondazione Patrizio Paoletti

news
home / elenco news / Siria: il progetto educativo della Fondazione Paoletti per...

News

Bookmark and Share
Siria: il progetto educativo della Fondazione Paoletti per i profughi di una guerra infinita
Siria: il progetto educativo della Fondazione Paoletti per i profughi di una guerra infinita

di CIRO SCATEGNI

Fondazione Paoletti, in collaborazione con New Life for Children e Amal for Education, ha attivato un progetto pedagogico a Kilis, una città al confine turco-siriano che accoglie circa 45.000 profughi in fuga dalla zona di Aleppo.

La guerra in Siria, nata come guerra civile nel marzo del 2011, dura ormai da oltre 5 anni e ha assunto enormi proporzioni. A causa della posizione strategica del Paese infatti, della sua composizione etnica e delle sue risorse, il conflitto ha coinvolto gli Stati confinanti e l'intera comunità internazionale. La violenza è dilagata ovunque nel Paese, raggiungendo case, scuole, ospedali, cliniche, parchi gioco e luoghi di preghiera.

Ad oggi è impossibile fare una stima precisa delle vittime causate da questa guerra (a dicembre erano 370.000 secondo l'Osservatorio Siriano sui Diritti Umani, 470.000 per il Syrian Center for Policy Research), ma ciò che è certo è che ha causato quasi 5 milioni di profughi. Tantissimi di loro sono bambini che hanno dovuto rinunciare alla scuola e crescere in fretta; migliaia sono nati già profughi.

L'intervento della Fondazione, attivato nell'ambito del programma Scuole nel Mondo, ha l'obiettivo di fornire supporto pedagogico a educatori e operatori del centro educativo “Bayt Al Amal” (la casa della speranza). Questa struttura, coordinata da Amal for Education, è nata per fornire a bambini e adulti rifugiati siriani un centro della vita sociale ed educativa.

Qui educatori, insegnanti e operatori lavorano quotidianamente in un contesto di forte emergenza per offrire servizi a 350 rifugiati: programmi specifici di catch-up per i bambini che hanno perso anni scolastici a causa della guerra, corsi gratuiti di alfabetizzazione all'arabo, lingua turca, inglese, ma anche arte, disegno, pittura, musica, calligrafia araba, lettura e scrittura di favole, video educativi e ricreativi nelle tre lingue, proiezione di cartoni animati arabi e seminari per gli insegnanti di formazione linguistica.

Scopri di più   |  Sostieni il progetto